RSVP - Raccomandati Se Vi Piacciono -
Recensioni su Film, Musica, Serie TV e Libri.

Cari fottutissimi amici, Monicelli firma un film molto particolare e originale, sfortunato al botteghino.

Cari fottutissimi amici è un film del 1994 diretto da Mario Monicelli ambientato nella Firenze dell'agosto 1944, appena liberata dagli Alleati.

Monicelli firma un film molto particolare e originale, sfortunato al botteghino. Siamo nel 1943, in Toscana. C'è stata la liberazione yankee e il sor Dieci gira di piazza in piazza con dei boxeur addestrati. Per potersi guadagnare da vivere organizza una sfida di pugilato con gli americani. Bravo Paolo Villaggio.

La colonna sonora è composta da pezzi dell’epoca scelti da Renzo Arbore.

« Forse sopravvivere, è meglio di vivere. »
(Gino Martini)

cari_fottutissimi_loc

Interpreti e personaggi.

    Paolo Villaggio: Ginepro Parodi detto "Dieci"
    Paolo Hendel: Ragionier Fortini
    Massimo Ceccherini: Gino Martini
    Beatrice Macola: Testa di rapa
    Novello Novelli: Zingaro
    Antonella Ponziani: Wilma
    Eva Grimaldi: Topona
    Elijan Raynard Childs: Washington
    Vittorio Benedetti: Callicchero
    Stefano Davanzati: Drago
    Giuseppe Oppedisano: Taddei
    Sergio Pierattini:
    Marco Graziani: Fortunato Calamai
    Alessandro Paci: Un carabiniere

Cari fottutissimi amici

       Paolo Villaggio: Ginepro Parodi detto "Dieci"
    Paolo Hendel: Ragionier Fortini
    Massimo Ceccherini: Gino Martini
    Beatrice Macola: Testa di rapa
    Novello Novelli: Zingaro
    Antonella Ponziani: Wilma
    Eva Grimaldi: Topona
    Elijan Raynard Childs: Washington
    Vittorio Benedetti: Callicchero
    Stefano Davanzati: Drago
    Giuseppe Oppedisano: Taddei
    Sergio Pierattini:
    Marco Graziani: Fortunato Calamai
    Alessandro Paci: Un carabiniere

Trama:

Toscana, agosto 1944. Il teatro delle operazioni belliche si è spostato più a nord e, in mezzo alla devastazione, un anziano ex-pugile raccoglie un gruppo di giovani col fine di fondare una compagnia di spettacoli pugilistici itinerante, così da poter racimolare un po' di soldi esibendosi nelle fiere di paese.

Durante il viaggio, si uniscono alla sgangherata compagnia anche un carrista americano di colore fuggito da un campo di prigionia e con aspirazioni da disertore, una ex-ausiliaria, l'ex-fidanzata di un partigiano comunista e perfino un cane.

Tra feste di liberazione, incontri improvvisati, contadini armati e matrimoni partigiani, il gruppo cercherà infine di tornare a Firenze.
Cari fottutissimi amici1