RSVP - Raccomandati Se Vi Piacciono -
Recensioni su Film, Musica, Serie TV e Libri.

Dan Brown



Dan Brown (Exeter, 22 giugno 1964) è uno scrittore statunitense di thriller. Il suo romanzo di maggiore successo è Il codice da Vinci.

Primo di tre figli, Brown crebbe ad Exeter, nel New Hampshire. Suo padre Richard insegnava matematica alla Phillips Exeter Academy, scrisse alcuni testi scolastici su quest'argomento e vinse un importante Presidential Award. La madre di Brown, Connie, era una musicista professionista.
Leggi anche: La verità del ghiaccio.

Brown ricevette un'educazione cristiana e sia lui che i suoi fratelli frequentarono la Phillips Exeter Academy. Terminati questi studi nel 1982, Brown si iscrisse all'Amherst College, dove fu membro della confraternita Psi Upsilon e si laureò nel 1986.

Si trasferì ad Hollywood per intraprendere una carriera di cantante-autore e pianista. Di questa sua carriera rimangono quattro CD.

Lasciò Hollywood per studiare storia dell'arte all'Università di Siviglia in Spagna, dove cominciò a studiare seriamente le opere di Leonardo da Vinci e a nutrire l'interesse per la crittografia. Nel 1993 fece ritorno al New Hampshire, per insegnare inglese alla Phillips Exeter ed alla Lincoln Akerman School. Nel 1994, durante una vacanza a Tahiti, lesse un romanzo di Sidney Sheldon e si rese conto di poter fare di meglio. Nel 1995 scrisse un romanzo a quattro mani con sua moglie intitolato 187 Men to Avoid: A Guide for the Romantically Frustrated Woman e nel 1996 lasciò il lavoro di insegnante per iniziare la sua carriera di scrittore a tempo pieno. Attualmente vive a Rye, nel New Hampshire.

Blythe, sua moglie è una storica dell'arte ed una pittrice, che lo aiuta nelle sue ricerche. Storiografia e successo. I suoi primi tre libri ebbero un riscontro mediocre, ma il quarto romanzo, Il codice da Vinci, divenne un bestseller, salendo in cima alla lista dei New York Times Best Seller già nella prima settimana di pubblicazione, nel 2003.

Con le sue 70 milioni di copie vendute il codice è da considerarsi tra i libri più conosciuti al mondo. Sull'onda di tale successo anche i primi libri sono stati rilanciati facendoli comparire nel 2004 nella lista del New York Times nella stessa settimana; nel 2005 entrò nella lista dei Time magazine's 100 most influential people of the year. I personaggi nei libri di Brown portano spesso il nome di persone reali della sua vita. Robert Langdon porta il nome di John Langdon, l'artista che ha creato gli ambigrammi usati per il CD ed il romanzo Angeli e Demoni.
Leggi anche: Il codice Da Vinci.

Il camerlengo Carlo Ventresca porta il nome dell'amica cartoonista Carla Ventresca. Negli Archivi Vanticani, Langdon ricorda il matrimonio di due suoi amici, Dick e Connie, che portano il nome dei suoi genitori. L'editor di Robert Langdon, Jonas Faukman, porta il nome dell'editor di Dan Brown, Jason Kaufman. Brown ha anche detto che altri personaggi sono basati su un libraio del New Hampshire, e su un insegnante francese a Exter, Andre Vernet (che nel Codice Da Vinci era il presidente della banca dove Saunière aveva messo la chiave di volta).

Il cardinale Aldo Baggia, in Angeli e Demoni, porta il nome di Aldo Baggia, insegnante di linguaggi moderni alla Phillips Exeter Academy. Nel 2006, Il codice da Vinci uscì come film, distribuito dalla Columbia Pictures, ed ebbe Ron Howard come regista. Nel film, Tom Hanks è Robert Langdon, Audrey Tautou è Sophie Neveu e sir Ian McKellen è sir Leigh Teabing. È stato molto pubblicizzato ed è servito a lanciare il Festival di Cannes del 2006, sebbene abbia ricevuto in generale critiche negative.

Fu successivamente messo nella lista dei peggiori film del 2006, ma anche il secondo film di maggiore incasso dell'anno, incassando 750 milioni di dollari in tutto il mondo. Brown fu messo come uno dei produttori esecutivi del film Il codice da Vinci. Una delle sue canzoni, "Phiano", che Brown scrisse e cantò, fecero parte della colonna sonora del film. Nel film, Brown e sua moglie possono essere visti sullo sfondo delle scene iniziali. Il film successivo, Angeli e demoni, è uscito il 15 maggio del 2009, sempre con Ron Howard e Tom Hanks.

 Critiche.
 
    * Alcuni critici di area cattolica, risentiti per le accuse lanciate soprattutto contro l'Opus Dei, lo accusano di appartenere ad un'area filo-massonica.
    * Un'altra critica è data dalle numerose incongruenze storiche, che sarebbero presentate come vere, inserite soprattutto ne Il Codice Da Vinci; a tal proposito si rammenta che i libri di Brown sono romanzi e, come ricorda egli stesso nelle note all'inizio dei volumi, frutto di fantasia. Tuttavia egli ha in alcuni momenti sostenuto di aver attinto a fonti attendibili, causando molta confusione (e dando ampia visibilità alle sue opere). Dan Brown è stato accusato dagli storici Michael Baigent e Richard Leigh di aver prodotto Il codice da Vinci copiando il loro libro Il mistero del Graal, edito nel 1982, e scritto con un giornalista, Henry Lincoln. Nella vicenda giudiziaria che ne è nata, la Corte d'appello di Londra ha dichiarato Brown non colpevole, imponendo a Baigent e Leigh il pagamento di 2 milioni di sterline per le spese legali.

Romanzi.
 
I suoi romanzi sono stati tradotti in più di 45 lingue.
 
Crypto (Digital Fortress) (1998)
Angeli e demoni (Angels & Demons) (2000)
La verità del ghiaccio (Deception Point) (2001)
Il codice Da Vinci (The Da Vinci Code) (2003)
Il simbolo perduto (The Lost Symbol) (2009)
Inferno (2013)
Origin (2017)
 
fonte: Wikipedia