RSVP - Raccomandati Se Vi Piacciono -
Recensioni su Film, Musica, Serie TV e Libri.

La rossa maschera del terrore è una buona pellicola ispirata a uno dei più celebri racconti di Edgar Allan Poe.

La rossa maschera del terrore (The Oblong Box) è un film del 1969, il cui titolo originale "The Oblong Box" è ispirato al racconto di Edgar Allan Poe.

La cassa oblunga ma per la trama i riferimenti sono, seppure vagamente, da rintracciare nel racconto La sepoltura prematura.

Il motivo di quanto sopra è da ricercarsi nella volontà di inserirsi nel fortunato ciclo di film prodotti e diretti da Roger Cormannegli anni 60, tutti ispirati negli intenti alle opere dello scrittore di Baltimora ma che, nella sostanza sviluppano trame molto diverse da quelle definite nei celebri racconti.

Stesso discorso vale anche per questa pellicola.

Il film è stato diretto dal regista Gordon Hessler, che continuò le riprese iniziate da Michael Reeves, morto suicida.

Un eccellente film come due colossi del cinema horror , Vincent Price e Cristopher Lee.

La Rossa Maschera del Terrore è una buona pellicola ispirata a uno dei più celebri racconti di Edgar Allan Poe (La Cassa Oblunga). Ma Hessler fa due citazioni in un colpo solo, perché il riferimento è anche a La Maschera Della Morte Rossa, altro racconto di Poe e precedente pellicola di Roger Corman.

LA_ROSSA_MASCHERA_DEL_TERRORE_B6_0012_2F

Trama.

Durante un'escursione in Africa, Sir Edward Markham rimane vittima di una stregoneria, assumendo un aspetto mostruoso che costringe il fratello Julian, una volta tornati in Inghilterra, a tenerlo segregato in un tetro castello.

Ritenuto erroneamente morto, Edward viene sepolto: salvato da un medico che trafuga cadaveri per i suoi esperimenti egli è animato dal solo desiderio di vendicarsi di coloro che ritiene responsabili della sua sepoltura.

Celando il volto mostruoso dietro una maschera rossa, Edward inizia così una serie di feroci delitti; ma, affrontato dal fratello Julian viene da questi ucciso.

Prima di morire, egli riesce però a mordere il fratello, trasmettendogli il proprio maleficio: col volto orribilmente deturpato, Julian sarà costretto a trascorrere il resto dei suoi giorni segregato in una soffitta.

 

Interpreti e personaggi.

Vincent Price: Sir Julian Markham 
Christopher Lee: Dr. J. Neuhart 
Rupert Davies: Joshua Kemp 
Uta Levka: Heidi, la prostituta 
Sally Geeson: Sally Baxter, Dr. Neuhart's Maid/Sir Julian Markham's Maid 
Alister Williamson: Sir Edward Markham 
Peter Arne: Samuel Trench 
Hilary Heath: Elizabeth Markham 
Maxwell Shaw: Tom Hackett 
Carl Rigg: Mark Norton