RSVP - Raccomandati Se Vi Piacciono -
Recensioni su Film, Musica, Serie TV e Libri.

The Prestige, tra i giochi di prestigi, in un viaggio verso l'ignoto.


Due giovani maghi apprendisti, Robert Angier e Alfred Borden, vengono istruiti e seguiti da Cutter, un ingegnere illusionista ed ex mago, ma durante un numero in cui una donna viene legata e messa in una cassa di vetro piena d'acqua, qualcosa va storto e Angier incolperà l'amico dell'accaduto, tentando di vendicarsi. Inizia così un crudele gioco tra i due uomini su chi sia il migliore e la rivalità si trasformerà pian piano in ossessione.

Ambientato a Londra nell'età Vittoriana The Prestige segue da vicino il percorso che porterà Angier (Hugh Jackman) e Borden (Christian Bale) alla scoperta della massima illusione, "The New Transported Man", ovvero una sorta di teletrasporto. Non è semplice entrare nell'ottica dei due rivali perché sono uomini che amano la magia più di qualunque altra cosa e credono fermamente che il sacrificio sia il prezzo da pagare per un buon spettacolo.

Eppure Christopher Nolan riesce a far prendere allo spettatore le parti dell'uno e dell'altro trasportandolo in un'altra epoca, nell'illusione più spettacolare, sulla scena e tra i giochi di prestigio, nella tana del grande scienziato Nikola Tesla (un David Bowie in forma e sempre incredibilmente convincente, specie nei panni dell'inventore un po' folle) fino alla rivelazione ultima.

La fotografia magica e le fantastiche scenografie fungono da ulteriore mezzo di trasporto verso l'ignoto, dove solo i volti conosciuti e rassicuranti degli attori non protagonisti (l'ingenua Rebecca Hall, la dolce Scarlett Johansson e il bravissimo Michael Cane che torna a vestire un ruolo simile a quello del Dr. Wilbur Larch ne Le regole della casa del sidro) riescono a portare un po' di sollievo durante la cavillosa esposizione dei fatti, come c'era da aspettarsi dal regista di Memento.

Leggi anche: Remember, thriller sulla memoria e sulla mostruosità banale del totalitarismo.

Interpreti e personaggi.

Christian Bale: Alfred Borden / Bernard Fallon

Hugh Jackman: Robert Angier / Gerald Root

Michael Caine: John Cutter

Scarlett Johansson: Olivia Wenscombe

Rebecca Hall: Sarah

Piper Perabo: Julia McCullough

Samantha Mahurin: Jess Borden

David Bowie: Nikola Tesla

Andy Serkis: Alley

Roger Rees: Owens

W. Morgan Sheppard: Merrit

Daniel Davis: Giudice

Jim Piddock: Prosecutore

Jamie Harris: Sullen Warder

Ricky Jay: Milton

Ron Perkins: Direttore dell'hotel

Edward Hibbert: Ackerman

Monty Stuart: Cocchiere

Doppiatori italiani.

Riccardo Rossi: Alfred Borden

Francesco Prando: Robert Angier

Michele Kalamera: John Cutter

Barbara De Bortoli: Olivia

Laura Romano: Sarah

Rossella Acerbo: Julia McCullough

Chiara Buonvicino: Jess Borden

Roberto Chevalier: Nikola Tesla

Francesco Pannofino: Alley

Ennio Coltorti: Owens

Gianni Musy: Merrit

Diego Reggente: Giudice

Alberto Angrisano: Prosecutore

Simone Mori: Sullen Warder

Carlo Reali: Ackerman

Angelo Nicotra: Milton

Bruno Conti: Cocchiere

Massimo De Ambrosis: Gerald Root